Contenuto principale

Messaggio di avviso

I cookie vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza.Sono stati settati i cookie necessari per il funzionamento essenziale del sito.Per maggiori informazioni sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, leggi la nostra informativa sulla privacy.

Ragazzi bosco minTecnico Agrario

L'Istituto Tecnico Agrario. sede associata dell’I.I.S. “L. da Vinci - O. Colecchi” dell'Aquila è situato in un edificio antisismico ubicato nel plesso scolastico di Via Acquasanta, l'Istituto ha radici profondamente radicate nel territorio e dispone di aule e laboratori moderni e costantemente aggiornati.

Il percorso di formazione è organizzato in modo da favorire il raccordo con gli altri indirizzi dell'istruzione tecnica, garantendo i passaggi tra i diversi sistemi formativi.

 

L'Istituto Tecnico Agrario è in collegamento costante con la realtà produttiva e sociale del territorio ed è in rapporto di fattiva e continua collaborazione con associazioni e con gli Enti locali, anche attraverso la realizzazione di significative esperienze di alternanza scuola-lavoro e di stage orientativi in azienda. 

  • Se ti piace la natura, le piante, gli animali, lo studio della ecologia e della geologia;

  • Se sei appassionato della montagna, dei boschi e di tutte le forme viventi in essi presenti;

  • Se pensi che la salvaguardia del territorio sia una esigenza dal quale la società non può prescindere;

  • Se pensi che sia importante preservare la biodiversità in tutte le sue espressioni;

  • Se pensi che un’alimentazione corretta sia alla base della salute umana e pertanto sia importante produrre sani e genuini;

  • Se hai l’aspirazione di entrare a far parte del Corpo Forestale dello Stato

 

Discipline d’Insegnamento e Quadro Orario

 

Gli apprendimenti si articolano in un'area di insegnamento generale comune a tutti gli altri percorsi dell'Istruzione Tecnica e Professionale e in aree di indirizzo specifiche. Il diploma consente l'iscrizione a qualunque facoltà universitaria, anche se i diplomati del Tecnico Agrario privilegiano le facoltà tecnico-scientifiche. Le ore di insegnamento settimanali sono 32 da 60 minuti, distribuite su 33 settimane, per un totale di 1.056 ore annuali di lezione.

 

Orario agrario

 

 

Laboratori e Aule Speciali

 

  • Aule informatiche in rete locale e collegate ad Internet

  • Aula multimediale con software per il disegno tecnico CAD e plotter

  • Serra automatizzata

  • Laboratorio di Estimo e Geopedologia

  • Laboratorio caseario

  • Museo degli Strumenti di Misura e dei Computer

  • Biblioteca fornita di oltre 5000 titoli

  • Aule polivalenti per la visione di film e video

  • Aula con Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

  • Laboratorio di Chimica e Scienze Integrate

  • Laboratorio Abruzzese di Didattica della Storia

  • Test center Patente Europea per il Computer (ECDL)

  • Palestra ed Aula Magna con maxi-schermo

 

Il Profilo Professionale

 

A conclusione del percorso quinquennale il Diplomato del Tecnico Agrario – specializzato in gestione dell’Ambiente e del Territorio, è in grado di:

  • Organizzare e gestire le attività produttive nel settore agro-ambientale e in quello della trasformazione alimentareuno

  • Gestire il territorio con specifico riguardo agli equilibri ambientali, idrogeologici e paesaggistici

  • Controllare i prodotti alimentari dal punto di vista chimico, igienico ed organolettico

  • Rilevare le condizioni di disagio ambientale e predisporre interventi preventivi per la protezione della natura e del territorio

  • Gestire l’aspetto economico-contabile di aziende agro-alimentari

  • Applicare le normative europee in campo agro-alimentare ed ambientale

  • Eseguire operazioni catastali e progettazione di costruzioni rurali

 

Il Diploma e le Prospettive di Lavoro

 

I diplomati nell’Istituto Tecnico Agrario – indirizzo Ambiente hanno una preparazione che consente loro di impegnarsi nelle seguenti attività:

  • nel settore agrario nella consulenza alle aziende agrarie ed agroalimenaridue

  • nella gestione delle risorse ambientali, da realizzare con il sussidio delle moderne tecniche di rilievo con particolare attenzione alla valutazione ed alla salvaguardia degli equilibri ambientali;

  • nell'uso programmato e consapevole del territorio e in attività connesse al risparmio energetico;

  • nei settori tecnici degli enti pubblici, quali Agenzia del Territorio (ex U.T.E.), Regione ed Enti amministrativi locali, Parchi e Riserve Naturali;

  • nelle nuove tecnologie per l'attività catastale;

  • esercitare la libera professione dopo aver superato la prova di ammissione all'Albo professionale dei Periti Agrari.

 

Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale

Il Professionale Servizi per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale è il nuovo percorso di istruzione professionale in cui confluiscono i due indirizzi previgenti di Tecnico Agroambientale e Agroindustriale, attivi già dal 1992 in L'Aquila, in una realtà territoriale, quale quella abruzzese, caratterizzata da un ricco mosaico di piccole attività produttive nel settore agro-industriale, da un contesto economico favorevole allo sviluppo di strutture agrituristiche e fortemente caratterizzato dalla presenza di parchi e aree protette.

L'identità dell'istituto Professionale per l’Agricoltura e lo Sviluppo Rurale è connotata dall'integrazione tra una solida base di istruzione generale e la cultura professionale che consente agli studenti di sviluppare i saperi e competenze necessari ad assumere ruoli tecnici operativi nei settori agricolo, agro-industriale e ambientale. Il percorso è organizzato in modo da favorire il raccordo con l'istruzione tecnica e con i percorsi di formazione professionale regionale, garantendo i passaggi tra i diversi sistemi formativi.

L'Istituto è in collegamento costante con la realtà produttiva e sociale del territorio ed è in rapporto di fattiva e continua collaborazione con associazioni e con gli Enti locali, anche attraverso la realizzazione di significative esperienze di alternanza scuola-lavoro e di stage orientativi in azienda. 

QUADRO ORARIO

treLe attività di insegnamento sono articolate in due bienni e nel quinto anno finale che si conclude con l'esame di maturità. Durante il quarto e quinto anno il Piano di Studi prevede un percorso di alternanza scuola-lavoro biennale della durata complessiva di 132 ore presso Parchi Nazionali, Riserve naturali ed Aziende operanti nel settore agroambientale, agrituristico ed agroindustriale.

Al termine del terzo anno si consegue un diploma di qualifica previo superamento di un esame con rilascio di attestato di specializzazione in Esperto nella trasformazione agroindustriale da parte della Regione che rappresenta un titolo aggiuntivo valutabile per l’ingresso nel mondo del lavoro.

Alla fine del 5° anno si consegue il Diploma di Agrotecnico e, attraverso un percorso di alternanza scuola-lavoro

Le ore di insegnamento settimanali sono 32 da 60 minuti, distribuite su 33 settimane, per un totale di 1.056 ore annuali di lezione. 

Quadroorario agrario1

 

LABORATORI E AULE SPECIALI

  • Laboratorio Caseario Sperimentalequattro

  • Serra Automatica

  • Azienda Agraria (sita In Sassa, AQ)

  • Aule informatiche in rete locale e collegate ad Internet

  • Biblioteca fornita di oltre 5000 titoli

  • Aule polivalenti per la visione di film e video

  • Aula con Lavagna Interattiva Multimediale (LIM)

  • Laboratorio di Scienze Integrate

  • Laboratorio Abruzzese di Didattica della Storia

  • Test center Patente Europea per il Computer (ECDL)

  • Palestra ed Aula Magna con maxi-schermo

IL PROFILO PROFESSIONALE

A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato dell'indirizzo "Servizi per l'agricoltura e lo sviluppo rurale", possiede competenze relative alla valorizzazione, produzione e commercializzazione dei prodotti agrari ed agroindustriali, ed è in grado di: 

  • Organizzare metodologie per il controllo di qualità nei diversi processi, prevedendo modalità per la gestione della trasparenza, dellasei rintracciabilità e della tracciabilità.

  • Individuare soluzioni tecniche di produzione e trasformazione, idonee a conferire ai prodotti i caratteri di qualità previsti dalle normative nazionali e comunitarie;

  •  Utilizzare tecniche di analisi costi/benefici e costi/opportunità, relative ai progetti di sviluppo, e ai processi di produzione e trasformazione;

  • Assistere singoli produttori e strutture associative nell'elaborazione di piani e progetti concernenti lo sviluppo rurale, proponendo i risultatisette delle tecnologie innovative e le modalità della loro adozione.

  • Organizzare e gestire attività di promozione e marketing dei prodotti agrari e agroindustriali;

  • Rapportarsi agli enti territoriali competenti per la realizzazione delle opere di riordino fondiario, miglioramento ambientale, valorizzazione delle risorse paesaggistiche e naturalistiche;
  • Gestire interventi per la prevenzione del degrado ambientale e nella realizzazione di strutture a difesa delle zone a rischio;

  • Intervenire in progetti per la valorizzazione del turismo locale e lo sviluppo dell'agriturismo, anche attraverso il recupero degli aspetti culturali delle tradizioni locali e dei prodotti tipici;

  • Gestire interventi per la conservazione e il potenziamento di parchi, di aree protette e ricreative.

  • Definire le caratteristiche territoriali, ambientali ed agroproduttive di una zona attraverso l'utilizzazione di carte tematiche, e collaborare nella realizzazione di carte d'uso del territorio.

  • Prevedere realizzazioni di strutture di verde urbano, di miglioramento delle condizioni delle aree protette, di parchi e giardini.

  • Collaborare con gli Enti locali che operano nel settore, con gli uffici del territorio, con le organizzazioni dei produttori, per attivare progetti di sviluppo rurale, di miglioramenti fondiari ed agrari e di protezione idrogeologica.

  • Operare favorendo attività integrative delle aziende agrarie mediante realizzazioni di agriturismi, ecoturismi, turismo culturale e folkloristico.

Con il diploma è possibile:

  • L'iscrizione a qualsiasi Università
  • L'iscrizione all'Albo Professionale degli Agrotecnici
  • L'impiego presso gli Enti di tutela ambientale (Parchi Nazionali, Riserve regionali)
  • La direzione di aziende agricole
  • L'ammissione a concorsi per carriere di concetto in Enti pubblici.

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter